Mastopessi

  • mastopessi

La mastopessi è una procedura chirurgica estetica piuttosto comune, ma complessa, in grado di sollevare, e rassodare il seno ceduto e molto rilassato. A tale scopo la procedura prevede la rimozione della porzione di tessuto mammario programmata e la conseguente unione dei lembi. A seconda del grado e tipo di rilassamento si progetterà un diverso schema chirurgico.
Il lifting del seno (mastopessi), può essere realizzato con o senza l’inserimento di protesi mammarie, fatto che dipende in ugual misura dal tipo di tessuti della paziente e da quanto desidera ottenere.L’obiettivo principale del lifting del seno (mastopessi) è rendere più armonico, proporzionato, tonico e desiderabile l’aspetto del seno, attraverso il sollevamento chirurgico del complesso mammario. L’intervento di mastopessi consente di ottenere alcuni risultati, mediante alcune variazioni nel piano operatorio, in particolare:
1) Solleva e rassoda il seno mantenendo il volume originale (lifting del seno)
2) Migliora la consistenza e la forma del seno riempiendo i volumi (mastopessi con protesi)
3) Solleva il seno, ne migliora il profilo e riduce il volume (mastopessi con mastoplastica riduttiva).

Le cicatrici del lifting del seno
L’intervento di mastopessi consiste nell’asportazione della pelle in eccesso secondo un preciso schema, lo spostamento dell’areola nella posizione programmata e valutata secondo specifici calcoli anatomici, e la conclusiva sutura per piani dei lembi. Le cicatrici saranno posizionate nella piega mammaria, tra la piega mammaria e l’areola e attorno a quest’ultima. Normalmente queste sono sottili e soddisfano le aspettative della paziente ma qualora voglia ulteriormente migliorarne l’estetica, è possibile programmare la chirurgia a mosaico e/o peeling laser una volta trascorso un certo periodo di tempo.