Lifting non chirurgico corpo

  • lifting-non-chirurgico-corpo

Nella chirurgia estetica, la tecnologia ha raggiunto importanti traguardi e oggi grazie ad una nuova apparecchiatura è possibile intervenire su numerose patologie ed inestetismi estetici senza ricorrere al bisturi. Si tratta di un metodo innovativo di chirurgia non ablativa, cioè un trattamento non invasivo, efficace in breve tempo e duraturo, che diversamente dai tradizionali metodi di chirurgia non buca, non taglia e non necessita di anestesia locale. Proprio per queste sue caratteristiche la chirurgia non ablativa si utilizza soprattutto nella zona intorno agli occhi, anche se i campi di applicazione sono molteplici:

– Blefaroplastica non ablativa
– Plexr per il corpo
– Onfalolifting (lifting regione ombelicale)
– Trattamento dell’acne
– Cicatrici post-acneiche e non
– Asportazione fibromi, nevi, verruche, cheloidi, xantelasmi, discheratosi
– Trattamento delle strie distense periombelicali (smagliature)

L’apparecchiatura denominata plexr, utilizza il plasma (stato ionizzato dei gas) come strumento di taglio e agisce sull’epidermide provocando la sublimazione del tessuto trattato. Il principio sfruttato è la ionizzazione dei gas contenuti nell’aria per ottenere un piccolo arco elettrico che agisce a livello epidermico creando una sublimazione dei tessuti, i quali passano istantaneamente dallo stato solido a quello gassoso. Questa tecnica permette di trattare solo le zone interessate dalle problematiche estetiche, eliminando quindi il rischio di danneggiare i tessuti circostanti. Uno degli interventi più innovativi praticabili è la blefaroplastica non ablativa, indicata per tutti coloro che desiderano ridurre le palpebre cadenti inferiori o superiori, eliminare borse, occhiaie e rughe (zampe di gallina) e tutti gli inestetismi che appesantiscono gli occhi, conferendo allo sguardo un’aria stanca e datata. Migliaia di persone, ogni anno, si sottopongono ad un intervento di chirurgia estetica agli occhi ed oggi con la blefaroplastica effettuata con questa nuova tecnica è possibile ottenere uno splendido effetto estetico e funzionale, senza andare incontro ai rischi dell’anestesia e alle possibili complicanze dell’intervento tradizionale.
I risultati con trattamento plexr sono superiori a quelli che si ottengono con il bisturi o la chirurgia laser poichè si eliminano i possibili inconvenienti come cicatrici, ematomi, asimmetrie tra i due occhi, abbassamento del sopracciglio o il cosiddetto sguardo “spiritato”. La durata di una seduta tipo è di non più di dieci minuti e le crosticine puntiformi, più piccole di un millimetro, cadranno dopo circa tre o sette giorni al massimo. Questa nuova tecnica viene utilizzata, con esiti finora dimostratisi molto appropriati, anche in caso di cedimento dei tessuti del viso, del collo e della parete addominale (smagliature, lassità dei tessuti post gravidanza o dopo una dieta molto drastica), riduzione delle rughe frontali, e delle pieghe delle guance. Molto interessante anche il trattamento di inestetismi quali macchie cutanee, verruche, fibromi e angiomi. Ottimi i risultati si ottengono anche anche nella cura dell’acne e delle cicatrici post acneiche e post varicella. L’intervento non è doloroso, la guarigione è molto rapida e non ci sono ematomi e medicazioni post-chirurgiche. Il numero di sedute varia secondo l’inestetismo da trattare (macchie cutanee, una verruca o un angioma si eliminano in una sola seduta, per una blefaroplastica non ablativa possono essere necessarie da 2 a 4 sedute) e i costi sono inferiori rispetto a un intervento chirurgico tradizionale